Proteggere gli apparecchi acustici dal freddo

Proteggere gli apparecchi acustici dal freddo

Ogni anno la stagione invernale ci induce ad adottare delle precauzioni per difendere il nostro organismo dalle basse temperature e ciò vale anche per gli oggetti che ci accompagnano nella vita quotidiana, come gli apparrecchi acustici, il cui funzionamento va preservato.

Ecco alcuni consigli che possono aiutare a proteggere gli apparecchi acustici dal freddo.

1. Isolamento dell’apparecchio

La prima misura da adottare durante l’inverno per proteggere gli apparecchi acustici è sicuramente quella di tenerli lontani dall’acqua. Gli apparecchi acustici di ultima generazione sono già sufficientemente isolati, ma è sempre meglio evitare l’umidità. Questo è importante soprattutto nei casi di pioggia (frequenti nella stagione invernale) o se ci si trova in montagna per sciare o praticare altri sport. In queste situazioni è preferibile indossare sempre una fascia, un cappello o un’altra forma di protezione. Così facendo si preservano non solo gli apparecchi, ma anche le orecchie.

2. Conservazione e batterie

La prestazione degli apparecchi acustici, così come quella delle batterie che lo alimentano, può essere penalizzata dalle temperature rigide. In ambienti molto freddi, ad esempio, la tensione delle batterie si abbassa e la loro durata si può ridurre. Pertanto è sempre preferibile conservare sia gli apparecchi che le batterie alla normale temperatura ambiente, ovvero intorno ai 20° centigradi, negli appositi contenitori e sempre nello stesso posto… in modo da ricordarlo.

3. Vano batteria

Esistono dei dispositivi che non sono impermeabili o resistenti all’umidità. Per questo quando questi entrano in contatto con l’acqua, occorre agire in modo da consentirne l’asciugatura e proteggere gli apparecchi acustici. Per questo motivo è consigliabile conservare gli apparecchi acustici lasciando aperto il vano batterie, facendo arieggiare l’interno degli apparecchi e garantendo l’asciugatura delle parti interessate dal bagnato.

4. Sbalzi di temperatura

Infine, per proteggere gli apparecchi acustici bisogna tenere presenti anche gli improvvisi e frequenti sbalzi di temperatura che caratterizzano la stagione invernale. Uscendo di casa, si passa velocemente da un ambiente molto caldo (a volte a temperature anche elevate grazie agli impianti di climatizzazione), all’ambiente esterno, la cui condizione climatica è molto più rigida. Tutto questo può provocare la formazione di condensa all’interno degli apparecchi acustici, le cui prestazioni vengono drasticamente penalizzate.

In conclusione, la stagione invernale è forse la più critica per la salvaguardia dei dispositivi audiologici, così come dell’organo uditivo. Per questo motivo consigliamo di assumere le dovute precauzioni per proteggere gli apparecchi acustici, tenendo presenti anche le indicazioni dell’audioprotesista di fiducia.

Nessun commento

Ancora nessun commento per questa notizia

Lascia un commento